ti trovi in: Vademecum - Appendice 2 - I raccordi extrascuola territoriali e provinciale
 
 
 

Vademecum - Appendice 2 - I raccordi extrascuola territoriali e provinciale



I raccordi extrascuola territoriali e provinciale

Nell’ambito del Progetto provinciale si è ritenuto utile instituire una rete di raccordo delle tante esperienze extrascuola diffuse in tutta la bergamasca per valorizzare il loro contributo in ambito educativo e sociale e per dare vita a forme di supporto e a iniziative formative programmate e organizzate in modo coordinato.
La Provincia e gli Ambiti Territoriali hanno quindi definito una collaborazione finalizzata ad avviare o consolidare forme di raccordo tra i progetti dello stesso territorio, anche attraverso la messa a disposizione da parte di ogni Ufficio di Piano di un referente specifico per l’extrascuola che contestualmente partecipa ad un tavolo di formazione-tutoring a livello provinciale.
Oggi ognuno dei 14 Ambiti vede attivo un raccordo territoriale extrascuola, coordinato da un referente specifico che prende contatto con le realtà che ogni anno si attivano nel territorio, programma incontri periodici dei loro responsabili, li mantiene in connessione con la rete provinciale, promuove lo scambio delle informazioni e delle esperienze, favorisce la collaborazione intorno a iniziative di promozione e sensibilizzazione, facilita l’incontro e il confronto fra le rappresentanze di famiglie, scuole, amministrazioni locali, parrocchie, cooperazione sociale ecc., che concorrono alla gestione dei servizi.
Il Settore ha quindi promosso la costituzione di un tavolo provinciale dei referenti territoriali che, attraverso percorsi annuali di formazione-tutoring condotti da formatori esperti, intende garantire:

  • il consolidamento delle competenze, lo sviluppo del confronto fra le esperienze e il coordinamento del progetto su scala locale e provinciale,
  • il sostegno ai “luoghi” di confronto e raccordo tra servizi extrascuola a livello di Ambito Territoriale;
  • la programmazione condivisa dell’attività di promozione culturale attraverso seminari provinciali e decentrati, promossi dal Settore Politiche Sociali e Salute della Provincia, rivolti ai diversi interlocutori dei servizi/progetti extrascuola e focalizzati su tematiche cruciali per la loro progettazione e gestione;
  • l’organizzazione, in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato di Bergamo, della formazione a livello decentrato dei volontari coinvolti nei servizi/ progetti extrascuola;
  • la predisposizione di strumenti di comunicazione diversificati per valorizzare le esperienze e dar loro visibilità.

Il gruppo dei referenti dei raccordi territoriali nel percorso di formazione e tutoring svoltosi nel 2009 – 2010 ha sviluppato inoltre un intenso lavoro di approfondimento e di sintesi intorno alle attenzioni pedagogiche che devono caratterizzare i servizi/progetti extrascuola e intorno agli aspetti metodologici e organizzativi che devono essere tenuti in considerazione per ideare, promuovere e gestire tali servizi. Il prodotto di questo impegno è raccolto in questo vademecum.

Un punto di incontro per chi opera per il diritto dei ragazzi e delle ragazze all’apprendimento e alla cultura